Teatro

I Venerdì a teatro sono 10 e lode


Teatro Stimate di Verona
6 febbraio-27 marzo 2015

VENERDì A TEATRO

venerdì-teatro-ippogrifo-veronaUna piccola rassegna:
una boutique del teatro professionistico a Verona

6 febbraio ANTIGONE 1939, Ippogrifo Produzioni
20 febbraio NOVECENTO, Teatro fuori rotta
6 marzo PAROLE VENETE, Glossa teatro
20 marzo FURIOSA, Ippogrifo Produzioni
27 marzo METAMORFOSI, Ars spettacolo e creazioni

BIGLIETTI
intero 10,00  ridotto 6,00
tesserati ESU 3,00
disabile + accompagnatore 10,00

La Rassegna Venerdì a teatro aderisce all’iniziativa Teatri 10 e lode promossa da dismappa

venerdi-a-teatro-10-e-lode-dismappa

Universitari a teatro con il biglietto a 3 euro

E gli studenti delle superiori in platea al mattino Si comincia la settimana prossima con Antigone

sabato 31 gennaio 2015 CRONACA, pagina 23

Metti una sera a teatro, in centro a soli tre euro. È la possibilità offerta agli studenti dall’Esu, azienda regionale per il diritto allo studio universitario, grazie a una convenzione triennale siglata con Fondazione Aida e Ippogrifo Produzioni in sinergia con la prima circoscrizione, che ha dato vita a «VaT, Venerdì a teatro»: cinque serate di teatro d’autore e di matinée per le scuole, al teatro Stimate, dal 6 febbraio al 27 marzo, integrate da altri cinque appuntamenti tra ottobre e dicembre. Per gli universitari, in realtà, il teatro low cost non è un novità.
Presentando la carta Esu alle casse, infatti, per loro, è già stato possibile accedere a prezzi agevolati al Cinema e Teatro Nuovo e alle serate di Provincia in Festival.
«La normativa del 2012 sul diritto allo studio prevede una quota della borsa di studio destinata all’accesso alla cultura», spiega il presidente Domenico Francullo. «Ma ormai da tre anni mancano i decreti attuativi. Così, a fronte dell’inerzia del governo, abbiamo sopperito con le nostre risorse impegnando, dal 2012 al 2015, 300mila euro».
Dal teatro greco al Novecento, gli studenti delle scuole superiori (al mattino alle 11.15) e tutta la cittadinanza (alla sera alle 21) potranno scegliere tra una serie di allestimenti audaci e sorprendenti pensati per attirare in platea anche un pubblico giovane, in un connubio tra grandi classici e regie visionarie.
Si apre con Antigone 1939 di Ippogrifo Produzioni, in calendario il 6 febbraio; seguirà, il 20, Novecento, messa in scena della compagna Teatro Fuori Rotta. Si prosegue il 6 marzo con il cast di Glossa Teatro e le sue Parole venete.
Il 20 marzo torna Ippogrifo con Furiosa e si chiude il 27 marzo con Metamorfosi di Ars Creazioni Spettacolo.
Una serie di produzioni che, nell’intento della Prima Circoscrizione, hanno l’obiettivo di «riportare vita e vitalità nel cuore della città», sottolinea il presidente della Commissione cultura Luciano Zampieri, «con una proposta dedicata stavolta non tanto ai turisti ma ai cittadini e ai ragazzi».
Anche a quelli disabili: il Teatro Stimate, oltre a offrire la possibilità di parcheggio gratuito nel cortile interno, infatti, secondo Dismappa è struttura consona alle esigenze delle persone in carrozzina con accessi adeguati, sistemi di prenotazione facilitata e posto prenotato accanto all’accompagnatore.
Informazioni e prenotazioni: 045/8001471, 045/595284 o fondazione@f-aida.it.E.P.

TEATRO STIMATE. Spettacoli in collaborazione. Anche per gli studenti

Aida e Ippogrifo aprono
il sipario per i giovani

Ilaria Noro

Classici rivisitati in chiave moderna. A partire da «Antigone 1939» in programma il 6 febbraio

sabato 31 gennaio 2015 SPETTACOLI, pagina 58

Venerdì a Teatro, tra grandi classici e modernità, in un mix teatrale coinvolgente, divertente ed educativo al tempo stesso. A Verona va in scena VaT, una rassegna di teatrale di prosa dedicata e pensata per i giovani. Una proposta interessante e innovativa che propone alcuni classici della letteratura rivisitati in chiave moderna, con allestimenti audaci e regie visionarie. Spettacoli perfettamente in linea con il percorso di studi che molti istituti superiori seguono durante le ore curriculari ma in grado di interessare ed attrarre il pubblico giovane, ma non solo, anche di sera. La rassegna è organizzata da Fondazione Aida e Ippogrifo produzioni, sostenuta da Esu e patrocinata da Comune e prima circoscrizione.
Gli spettacoli andranno in scena al teatro Stimate di via Montanari a partire da venerdì prossimo alle 21, ma è sempre previsto un matinée alle 11,15 per gli studenti delle scuole superiori. Si parte con Antigone 1939 di Ippogrifo, il capolavoro di Sofocle che ricolloca però Antigone in un cabaret della Berlino di fine anni Trenta sotto il nazista.
Il 20 febbraio, per la regia di Gioele Peccenini, il Teatro Fuori Rotta porterà in scena Novecento. La leggenda del pianista sull’oceano di Alessandro Baricco. A marzo, le date sono tre: 6, 20 e 27. Rispettivamente, in programma ci sono Parole Venete. In punta di lingua di Glossa Teatro; Furiosa da L’Orlando Furioso di Ariosto (Ippogrifo) e Metamorfosi… Il Viaggio da Ovidio, di Ars.
Queste cinque serate sono solo le prime di un’iniziativa che conta di proseguire la propria offerta culturale e artistica nei prossimi tre anni. E in questo 2015, oltre alle date in programma, Fondazione Aida e Ippogrifo hanno già allo studio nuove cinque spettacoli da ottobre a dicembre.
L’ingresso costa 10 euro, 6 il ridotto: biglietto unico per tutti gli ingressi a 20 euro. Tariffe speciali per studenti tesserati Esu (3 euro) e per disabili.

TEATRO STIMATE. Ippogrifo domani alle 21

Il venerdì a teatro
riparte da Antigone
nella Berlino nazista

Il capolavoro di Sofocle rivisitato con una collocazione inedita

venerdì 06 febbraio 2015 SPETTACOLI, pagina 55

Parte domani la prima edizione di VaT, Venerdì a teatro, con Antigone 1939. Rassegna a cura di ESU Verona, Fondazione Aida e Ippogrifo Produzioni in collaborazione con la Prima circoscrizione del Comune di Verona.
La rassegna VaT, Venerdì a teatro, prende il via domani febbraio con la replica di Antigone 1939 di Ippogrifo Produzioni, unica compagnia italiana a produrre sistematicamente tragedia greca. Alle 21 il capolavoro di Sofocle che ricolloca Antigone in un cabaret della Berlino del 1939 sarà presentato al Teatro Stimate.
Ricordando Anouilh e Brecht il regista Aberto Rizzi riporta l’opera alla forza originale dello scontro tra un singolo e la tirannia. Le parole restano quelle di Sofocle, le parole che da oltre 2500 anni vivono nei teatri di tutto il mondo. Completamente nuovo invece è il mondo visivo creato dalla regia pieno di invenzioni, di suggestioni che avvicinano il classico allo spettatore moderno. In scena si canta, si suona, si recita e si sogna.
Ippogrifo disegna con parole, azioni, luci un teatro che può stupire, lasciare pieni gli occhi, provocare cogliendo tutta l’ironia tragica delle tragedie. La regia di Antigone 1939 è guidata da Alberto Rizzi, affiancato dall’aiuto Barbara Baldo. In questa produzione si mantiene il testo di Sofocle intatto, ma si trasporta l’allestimento nella Germania nazista. Come in una sorta di cabaret berlinese i personaggi sono attori pronti a entrare in scena: si muovono tra copioni al ripasso, tra oggetti del camerino che si trasformano tramite il gioco del teatro in altro. Info biglietti: intero 10 euro, ridotto 6. Possessori di tessera ESU 3 euro, biglietto unico Teatri 10elode (disabile + accompagnatore): 10 euro. Carnet: 20 euro, cinque spettacoli. Info: Fondazione Aida – tel 045.8001471 – 045.595284 – fondazione@f-aida.it – www.fondazioneaida.it.


Ippogrifo Produzioni su dismappa