Mangiare e bere

Teste di rapa: i prodotti a km 0 con consegna a domicilio


Non serve uscire per fare la spesa, Teste di rapa consegna a casa o in ufficio una grande varietà di prodotti alimentari del territorio.

Ottima frutta e verdura di stagione, farine, cereali, latticini, uova, miele, pasta e tanto altro consegnati in contenitori con sacchetti di carta, senza inutili contenitori di plastica; consegne a Verona centro due volte la settimana senza spese e solo 25 euro di spesa minima: da provare!

 

Non serve uscire per fare la spesa (e per i disabili è una grande comodità), la cooperativa Teste di rapa consegna a casa o in ufficio una grande varietà di prodotti alimentari. Ottima frutta e verdura di stagione, farine, cereali, latticini, uova, miele, pasta e tanto altro consegnati in contenitori con sacchetti di carta, senza inutili contenitori di plastica, da provare!

Chips di patate viola

Non serve uscire per fare la spesa (e per i disabili è una grande comodità), la cooperativa Teste di rapa consegna a casa o in ufficio una grande varietà di prodotti alimentari. Ottima frutta e verdura di stagione, farine, cereali, latticini, uova, miele, pasta e tanto altro consegnati in contenitori con sacchetti di carta, senza inutili contenitori di plastica, da provare!

Le patate viola
La PATATA BLU, chiamata anche patata “salva salute”. E’ una varietà antichissimaproveniente dalle Ande peruviane, famosa per la ricchezza di antiossidanti, sostanze che, neutralizzando i radicali liberi, sono in grado dirallentarne i processi di invecchiamento.
Non è facile trovare la patata blu, ortaggio poco coltivato perché poco redditizio; ma in compenso è una pianta molto forte, che resiste alle malattie e alla siccità e che quindi non richiede grandi cure.
Da un po’ di tempo la patata blu è valorizzata dall’alta cucina, impiegata sì per il suo particolare colore, ma anche per la consistenza più soda e carnosa rispetto alla patata classica che tutti conosciamo.
E’ chiamata patata blu per il colore della buccia e della polpa, che è tra il blu marino e il violaceo. Il suo sapore è deciso, forte, originale e inconfondibile. In cucina è perfetta per la creazione di piatti sapidi, insoliti e sorprendenti, prediletti soprattutto da chi ama scoprire cose nuove e diverse. In italia viene coltivata soprattutto per il suo valore di ortaggio biodiverso, segno di una orticoltura che non si ferma solo alla quantità, ma guarda alla qualità, alla varietà, alla compatibilità ambientale e alla sostenibilità.

Non serve uscire per fare la spesa, la cooperativa Teste di rapa consegna a casa o in ufficio una grande varietà di prodotti alimentari. Ottima frutta e verdura di stagione, farine, cereali, latticini, uova, miele, pasta e tanto altro consegnati in contenitori con sacchetti di carta, senza inutili contenitori di plastica, da provare!

Carote e patate viola, carote gialle

Non serve uscire per fare la spesa, la cooperativa Teste di rapa consegna a casa o in ufficio una grande varietà di prodotti alimentari. Ottima frutta e verdura di stagione, farine, cereali, latticini, uova, miele, pasta e tanto altro consegnati in contenitori con sacchetti di carta, senza inutili contenitori di plastica, da provare!

Carote viola, gialle e cavolo nero

Non serve uscire per fare la spesa, la cooperativa Teste di rapa consegna a casa o in ufficio una grande varietà di prodotti alimentari. Ottima frutta e verdura di stagione, farine, cereali, latticini, uova, miele, pasta e tanto altro consegnati in contenitori con sacchetti di carta, senza inutili contenitori di plastica, da provare!

Estratto di carote viola

Non serve uscire per fare la spesa (e per i disabili è una grande comodità), la cooperativa Teste di rapa consegna a casa o in ufficio una grande varietà di prodotti alimentari. Ottima frutta e verdura di stagione, farine, cereali, latticini, uova, miele, pasta e tanto altro consegnati in contenitori con sacchetti di carta, senza inutili contenitori di plastica, da provare!

Cavolo riccio

Non serve uscire per fare la spesa (e per i disabili è una grande comodità), la cooperativa Teste di rapa consegna a casa o in ufficio una grande varietà di prodotti alimentari. Ottima frutta e verdura di stagione, farine, cereali, latticini, uova, miele, pasta e tanto altro consegnati in contenitori con sacchetti di carta, senza inutili contenitori di plastica, da provare!

La cassetta della spesa ecologica

Non serve uscire per fare la spesa (e per i disabili è una grande comodità), la cooperativa Teste di rapa consegna a casa o in ufficio una grande varietà di prodotti alimentari. Ottima frutta e verdura di stagione, farine, cereali, latticini, uova, miele, pasta e tanto altro consegnati in contenitori con sacchetti di carta, senza inutili contenitori di plastica, da provare!

Cavolo rosso

Non serve uscire per fare la spesa, la cooperativa Teste di rapa consegna a casa o in ufficio una grande varietà di prodotti alimentari. Ottima frutta e verdura di stagione, farine, cereali, latticini, uova, miele, pasta e tanto altro consegnati in contenitori con sacchetti di carta, senza inutili contenitori di plastica, da provare!

Succo di cavolo rosso

Dal sito Teste di rapa http://www.testedirapa.it/

MANGIARE BENE NON DEVE ESSERE UNA ECCEZIONE, MA LA QUOTIDIANITA’.

MANGIARE E’ UN ATTIVITA’ CULTURALE.

Quando un cibo è buono

Mangiare è un atto naturale e culturale. Purtroppo si sta andando incontro ad una “perdita del gusto”, intensa come una perdita di “sensorialità” e il mercato approfitta di questa nostra mancanza. Molti di noi non sanno più capire quando un cibo è buono o cattivo perché hanno assaggiato solo quello cattivo oppure si sono abituati. Il cibo è considerato una commodity, cioè un bene per cui c’è domanda, ma che viene offerto senza differenze qualitative sul mercato, cioè il prodotto è lo stesso indipendendetemente da chi lo produce.

Il cibo invece è cultura, è tradizione, è artigianato. Quando acquistiamo una pesca, per esempio, non siamo portati a pensare cosa la separa da noi e l’azienda agricola: chi è l’agricoltore, quando e dove è stata raccolta, come è giunta fino al supermercato, ecc… La mettiamo dentro al sacchetto e andiamo alla bilancia. Spesso paghiamo il prodotto più del dovuto, mentre il produttore riceve una remunerazione irrisoria rispetto al lavoro prestato. Una pesca prodotta in America Latina, raccolta prima della maturazione completa per essere spedita a migliaia di chilometri di distanza non può essere considerata la stessa pesca prodotta da una azienda agricola locale, raccolta nel pieno della maturazione naturale e consumata entro pochi giorni.

Oggi la sensibilità delle persone sta cambiando grazie alla loro maggiore preparazione e alle maggiori fonti di informazione disponibili: la tracciabilità è elemento fondamentale per contribuire a rendere genuino un prodotto.

Chi siamo

Siamo Silvia, Mattia e Giuliano, tre amici, prima che tre soci, che credono fortemente che mangiare sano e genuino non debba essere un’eccezione, ma una attività quotidiana. Le tradizionali tecniche di marketing usate negli ultimi vent’anni hanno creato una mentalità di consumo nelle quali c’è l’associazione diretta: cibo esteticamente bello è sicuramente cibo buono. Inoltre, quando compriamo al supermercato, solo il 20% del prezzo pagato va a remunerare il produttore, mentre il restante 80% si “perde” negli innumerevoli passaggi intermedi della Grande Distribuzione Organizzata.

Teste di Rapa vuole contribuire a cambiare il modo di fare la spesa ed essere l’unico “intermediario” tra i contadini ed i clienti: un ponte tra le famiglie produttrici e le famiglie consumatrici, in un’ottica di filiera corta, di garanzia di prodotti genuini e tracciabili.

Cosa facciamo

Teste di Rapa vuole portare cibo sano, fresco, stagionale, artigianale, locale, tracciabile, equo e genuino alle famiglie o ai singoli o alle attività ristorative che intendono scegliere un nuovo modo di fare la spesa, un nuovo stile di vita. Teste di Rapa seleziona i prodotti in base ai metodi di produzione degli agricoltori per garantire un prodotto genuino ai clienti.

Teste di Rapa vuole anche proporre esperienze e visite in azienda, rivivere attività dimenticate, apprezzare la cultura e i luoghi dove nascono i prodotti. Il “salto” di tutta la filiera tipica della GDO porta ad offrire un’alternativa comoda, semplice e valida.

Come funziona

Teste di Rapa offre un servizio di consegna a domicilio, o in un altro posto come per esempio il posto di lavoro, della spesa di prodotti agricoli o artigianali freschi e genuini. La personalizzazione della cassetta è garantita dalla possibilità di scegliere il contenuto nella fase di ordinazione (on line o per telefono).

Per conservare i prodotti più sensibili alle temperature, come per esempio i latticini, mettiamo a disposizione del cliente delle scatole termiche con all’interno del ghiaccio affinchè si possano conservare tranquillamente qualora la consegna avvenga in un luogo privo di frigoriferi.

CIBO GENUINO, SOSTENIBILE ED EQUO ATTRAVERSO LA PARTECIPAZIONE ATTIVA DELLA COMUNITA’ ALLO SVILUPPO DI UNA PRODUZIONE E DI UNA VENDITA LOCALE CHE PORTANO AD UNO SVILUPPO DI UN FUTURO SOSTENIBILE.

Vantaggi per famiglie e singoli clienti

Personalizzazione. Prodotti agricoli genuini con un click o una telefonata (0442/91141). Teste di Rapa da la possibilità di scegliere tra le diverse cassette, di versi pesi e contenuti, a seconda del numero di persone e dei gusti.

Prodotti sostenibili. Un sostengo alla biodiversità. Sono centinaia i prodotti tipici, così come i patrimoni culinari che nei consumi moderni sono considerati minori, ma che alcuni contadini coraggiosi non hanno smesso di coltivare, ma rimangono ancora sconosciuti alla maggior parte dei consumatori. Al fine di non far scomparire definitivamente queste biodiversità che affondano le radici nei millenni di storia e di cultura contadina, Teste di Rapa sostiene e promuove questa ricchezza valorizzando le varietà locali e autoctone nelle case di molte persone.

Trasporti. Filiera corta sia negli approvvigionamenti, sia nelle vendite. Uno degli scopi principali del progetto di Teste di Rapa è la sostenibilità: il furgone partirà a pieno carico e saranno scelti degli itinerari volti anche a consentire gli approvvigionamenti settimanali. Il rifornimento del maggior numero di famiglie ridurrà al minimo l’impatto ambientale. In questo modo un solo mezzo si muove per portare alle tante famiglie che non si sposteranno con i mezzi propri, con conseguente risparmio di energie e stress.

Condivisione. Interazione tra produttori e clienti e tra i clienti stessi. Teste di Rapa si pone come “intermediario” non solo per il commercio, ma anche diesperienze, saperi, consigli, ricette, sia virtualmente attraverso il sito, il blog, i social media, sia fisicamente con le visite alle aziende agricole oppure con eventi organizzati dagli stessi clienti, come feste del baratto, feste legate al cibo, ecc…

Storia. Scoprire la vita dei prodotti. Teste di Rapa racconterà, attraversointerviste e video, la storia delle tecniche di produzione e dei prodotti delle diverse aziende agricole.

Silvia, Mattia e Giuliano

le Teste di Rapa

AGROALIMENTARE. L’organizzazione creata da tre laureati di Villabartolomea
«Teste di rapa», il fresco si consegna a domicilio
Offerti solo prodotti di stagione: la rete conta una decina di produttori
mercoledì 04 marzo 2015 ECONOMIA, pagina 8
La laurea non conta come, invece, le radici. È così che tre giovani laureati di Villabartolomea hanno creato un’organizzazione che si occupa di consegne a domicilio di prodotti agroalimentari freschi ed hanno fatto di Villa la piccola capitale del sistema italiano. Tanto che il 20 febbraio è stata ospitata la conferenza nazionale dei servizi del porta a porta del “fresco”, perché Silvia Bertini, 32 anni (laurea in economia marketing), Mattia Garau, 34 anni (psicoterapeuta) e l’ingegnere gestionale Giuliano Rigo, quasi 35 anni, sono diventati un esempio con la loro start up legata alla terra.
«Siamo amici da sempre», ricorda Silvia, «abbiamo proiettato la nostra vita su Verona. Siamo rimasti a Villabartolomea perché la campagna è là, anche se ora per coltivazioni prevalentemente estensive. Ce ne siamo accorti portando i prodotti della nostra terra, coltivati dai nostri genitori, in mensa, offrendoli anche ai compagni. Ci dicevano che i nostri frutti, i nostri ortaggi erano diversi, migliori di quelli comprati. Così, dovendo scegliere che cosa fare per campare abbiamo optato per la creazione di un forte legame tra i prodotti veronesi e le famiglie veronesi». Così, con molti sacrifici per gli investimenti (un furgone, un magazzino, un negozio in stile “bio diversità” come i prodotti) i tre si sono imbarcati in un’esperienza con forti legami locali, chiamando – questione di marketing – il business «Teste di rapa», indimenticabile. Offrono solo prodotti di stagione. Hanno così creato una rete con una decina di produttori della zona, a rotazione secondo le tipologie prodotte e la stagionalità, arrivano fino alla vicina Badia Polesine. Si fanno produrre, ad esempio, le patate viola, quelle da gnocchi e le carote, come all’origine, viola e gialle, lo storico fagiolo gnocco (padre del borlotto). «Gli agricoltori», racconta ancora Silvia, «ci chiedono cosa vogliamo e ce lo producono. Un rapporto speciale anche perché sanno di ottenere poi il giusto compenso».
Poi hanno allacciato rapporti con produttori di alimenti bio: Giovanni Salvagno, ad esempio, per l’olio, La Casara per i formaggi, un forno di Sanguinetto per il pane con lievito madre, un produttore di zuppe da asporto, un piccolo macello dal quale si riforniscono una volta al mese per la pronta consegna.
Il lavoro cresce, tanto che hanno la collaborazione di Daniela Grafia e di Serena Castiglioni e si apprestano ad inserimenti di tipo sociale. Ma chi si rivolge a loro? I vecchi compagni di università, ovviamente, ma poi anche con il passaparola e la pubblicità che deriva dall’utilizzo dei prodotti anche da parte di pizzerie e ristoranti. O le consegne, con due percorsi a Verona, centro città compreso, e gli altri in provincia, ma orari abbastanza flessibili, per singole famiglie o collettive nelle aziende. F.R.


Altre gastronomie e alimentari accessibili in centro a Verona

Tutte le schede accessibilità dell’enogastronomia