Turismo accessibile, app e siti disabilità

Mapability, Verona tra le città mappate da Rotaract


Sul sito www.mapability.org, è possibile accedere in tempo reale ai percorsi più facilmente accessibili ad anziani, persone con difficoltà motorie o sensoriali, genitori con passeggini o turisti con valigie, per raggiungere luoghi pubblici, monumenti, alberghi, ristoranti del centro città. Sarà possibile inoltre pianificare itinerari secondo la fruibilità di vie e strade, che si coloreranno di rosso se difficilmente accessibili per la presenza di barriere architettoniche, giallo se ad accessibilità limitata e verde se ad alta fruibilità. L’indagine, realizzata dai volontari dei Rotaract di Verona e provincia, ha interessato un’area di 25 chilometri all’interno dell’ansa dell’Adige.

Comunicato stampa  aprile 2013

PROGETTI EUROPEI A VERONA

I giovani del  ROTARACT aiutano i disabili

Una iniziativa del ROTARACT (giovani del Rotary) porta Verona al centro dell’interesse dell’Europa.

Nell’anno Rotariano 2011/2012 i club rotaract veronesi hanno collaborato al progetto “Mapability”, col contributo dell’Assessorato ai Servizi Sociali e Famiglia e col patrocinio del Comune di Verona. Mapability è un progetto che si occupa di raccogliere dati e informazioni sull’accessibilità delle strade delle nostre città e promuovere l’abbattimento delle barriere architettoniche, laddove possibile.

Il service si rivolge, in particolare, a tutte quelle persone che hanno oggettive difficoltà motorie quali, ad esempio, le persone in sedia a rotelle, le mamme con i passeggini, i non vedenti e i più anziani.

La vera innovazione di questo progetto è l’interattività che lo contraddistingue, infatti sono i cittadini stessi che possono contribuire a raccogliere dati e informazioni utili per la creazione di queste mappe scattando semplicemente delle fotografie (tramite cellulari dotati di localizzatore satellitare) e caricandole direttamente sul sito www.mapability.org. La posizione della fotografia, e quindi della barriera architettonica che vogliamo segnalare, viene dunque rilevata dal satellite che, in questo modo, localizza automaticamente l’ostacolo e lo identifica sula mappa.

La mappe presenti sul sito di Mapability sono, inoltre, arricchite da informazioni riguardanti negozi, ristoranti, alberghi, parcheggi, uffici informazioni ed eventuali punti d’interesse presenti in una città; sono quindi utili e consultabili anche da normali cittadini o turisti che intendono trascorrere qualche giorno in una città che non conoscono.

E’ solo uno dei tanti temi che anche l’Europa promuove all’interno dei progetti SMART CITIES per ipotizzare uno sviluppo sostenibile nell’ottica della Social Innovation.

L’Università coglie questa opportunità e propone a tutti i suoi dipartimenti di approfondire con studi specifici o con proposte di tesi di laurea aspetti rilevanti per la qualità della vita nelle diverse province di provenienza degli studenti.

Sarà una azione di disseminazione delle evidenze maturate con la progettualità europea.

Progetto “Mapability a Verona”
20/04/2012 (fonte)

Si terrà domenica 22 aprile, alle ore 10, in Gran Guardia, la presentazione ufficiale del progetto “Mapability a Verona”, realizzato dall’associazione Rotaract e promosso dal Comune, per raccogliere informazioni per l’accesso urbano e promuovere l’abbattimento di barriere architettoniche.

Il convegno è stato presentato  dall’assessore ai Servizi sociali e dai presidenti del Rotaract di Legnago Emanuele Poli, di Verona Nord Massimo Piro, di Villafranca Claudia Barbera, di Verona scaligera Giorgia Salerni e di Peschiera Matteo Negri.

Il progetto ha permesso di raccogliere dati e di creare una mappa che a breve sarà disponibile sul sito www.mapability.org, da dove sarà possibile accedere in tempo reale ai percorsi più facilmente accessibili anche da anziani, persone con difficoltà motorie o sensoriali, genitori con passeggini o turisti con valigie, per raggiungere luoghi pubblici, monumenti, alberghi, ristoranti del centro città. Sarà possibile inoltre pianificare itinerari secondo la fruibilità di vie e strade, che si coloreranno di rosso se difficilmente accessibili per la presenza di barriere architettoniche, giallo se ad accessibilità limitata e verde se ad alta fruibilità. L’indagine, realizzata dai volontari dei Rotaract di Verona e provincia, ha interessato un’area di 25 chilometri all’interno dell’ansa dell’Adige.

 I dati, raccolti con telefonini muniti di GPS, sfruttando la tecnologia degli smartphone più moderni verranno aggiornati e modificati sulla base delle segnalazioni inviate dagli utenti stessi