L'Assessorato alla Famiglia del Comune di Verona, in collaborazione con Fondazione Cariverona, nell’ambito della programmazione di servizi e progetti per la prevenzione dello svantaggio sociale e di sostegno alla genitorialità, promuove Agorà. Le famiglie e la città incontrano la musica Agorà. Le famiglie e le città incontrano la musica Rassegna di incontri musicali dedicati alle famiglie come occasione di condivisione, crescita educativa, sensibilizzazione e diffusione della cultura musicale a nuove fasce di pubblico. La proposta si pone in linea con gli obiettivi del Progetto Nazionale Nati per la Musica, promosso dall’Associazione Culturale Pediatri, che sostiene attività mirate ad accostare precocemente il bambino al mondo dei suoni e alla musica. Il progetto vuole rafforzare in chiave culturale l’azione del Comune di Verona a sostegno delle famiglie, in particolare quelle che si rivolgono ai servizi sociali comunali e che gravitano abitualmente negli ambiti di Spazio Famiglie di Corte Molon, Centro Ascolto Famiglie dell’Arsenale, Centri Sociali Territoriali, Centri Diurni, Centri Aperti, Centro Affido e della Solidarietà Familiare, Consulta della Famiglia, Centro Interculturale delle donne Casa di Ramìa, Case Famiglia e Case Accoglienza del territorio. Teatro Ristori

Agorà, tante iniziative per diffondere la cultura musicale


L’Assessorato alla Famiglia del Comune di Verona, in collaborazione con Fondazione Cariverona, nell’ambito della programmazione di servizi e progetti per la prevenzione dello svantaggio sociale e di sostegno alla genitorialità, promuove

Agorà. Le famiglie e la città incontrano la musica


Agorà. Le famiglie e le città incontrano la musica

Rassegna di incontri musicali dedicati alle famiglie come occasione di condivisione, crescita educativa, sensibilizzazione e diffusione della cultura musicale a nuove fasce di pubblico. La proposta si pone in linea con gli obiettivi del Progetto Nazionale Nati per la Musica, promosso dall’Associazione Culturale Pediatri, che sostiene attività mirate ad accostare precocemente il bambino al mondo dei suoni e alla musica.

Il progetto vuole rafforzare in chiave culturale l’azione del Comune di Verona a sostegno delle famiglie, in particolare quelle che si rivolgono ai servizi sociali comunali e che gravitano abitualmente negli ambiti di Spazio Famiglie di Corte Molon, Centro Ascolto Famiglie dell’Arsenale, Centri Sociali Territoriali, Centri Diurni, Centri Aperti, Centro Affido e della Solidarietà Familiare, Consulta della Famiglia, Centro Interculturale delle donne Casa di Ramìa, Case Famiglia e Case Accoglienza del territorio.

Biglietti per gli eventi nongratuiti: 5 euro (ingresso gratuito 0-3 anni), in vendita il giorno dello spettacolo a partire dalle ore 15.30

Per i disabili in carrozzina (max 6 postazioni) + un accompagnatore gratuità, telefonando allo Sportello Informativo Sociale 800085570 o inviando una mail a sportelloinfosociale@comune.verona.it (specificare cognome e nome di entrambi, recapito telefonico, età, mail per contatti futuri).

Eventi in programma da ottobre 2013 a maggio 2013:

  • 10 novembre 2013, ore 16.30
    Teatro Ristori
    Viaggio nella notte blu
    Testo e illustrazioni dal vivo di Bimba Landmann
    Musiche di Elisabetta Garilli. Arrangiamenti e orchestrazione di Francesco Menini
    Interpretato da Disegnare Musica Ensemble
  • 9 dicembre 2013, ore 16.30
    Policlinico Borgo Roma, Aula Magna G. Desandre
    La foglia e il vento
    Testo di Elisabetta Garilli, illustrazioni di Donata Deflorian.
    Musiche di Elisabetta Garilli. Danza di Giulia Carli. Interpretato dal Disegnare Musica Ensemble

    Ingresso libero fino ad esaurimento posti, con priorità alle famiglie dei bambini ricoverati
  • 18 gennaio 2014, ore 16.30
    Teatro Ristori
    Alla Bottega di Mastro Amadè
    [toggle title=”Rassegna stampa”]

    Bronzato e Mozart apprendista artigiano

    L’Arena, sabato 18 gennaio 2014 SPETTACOLI, pagina 68

    Cosa ci fa Wolfgang Amadeus Mozart in un laboratorio artigiano? Forse l’apprendista? Uno molto speciale, se fosse così. Lo si potrà scoprire nella visione teatrale dell’attore Alberto Bronzato, autore, regista e leader della compagnia Estravagario Teatro che al teatro Ristori oggi alle 16,30 è in scena con lo spettacolo Alla bottega di Mastro Amadè per la rassegna «Agorà, le famiglie e la città incontrano la musica».
    Si tratta di un racconto in musica che si avvale dell’esecuzione dal vivo delle composizioni dell’enfant prodige salisburghese eseguite dal Disegnare Musica Ensemble, abbinate ai disegni dell’illustratore e fumettista Gek Tessaro proiettati su grande schermo. L’iniziativa, in collaborazione con Fondazione Cariverona, è proposta dall’assessorato alla Famiglia del Comune di Verona nell’ambito della programmazione di servizi e progetti per la prevenzione dello svantaggio sociale e il sostegno alla genitorialità.
    «È la ricostruzione di varie stanze musicali legate all’esperienza artistica ed umana di Mozart ed al suo rapporto con la quotidianità», spiega Bronzato, «e sono tre i linguaggi che lo spettacolo esprime attraverso l’eccezionalità della vita di Amadeus: la sua musica, il teatro e il segno grafico, il tutto in un dialogo porta per mano lo spettatore unendosi in un viaggio verso la comunicazione intima ed esterna».

    [/toggle]

  • 23 febbraio 2014 , ore 16.30
    Teatro Ristori
    Elmer, l’elefante variopinto
  • 29 marzo 2014, ore 16.30
    Teatro Ristori
    Iuiumanè e la nave del deserto 
  • 12 aprile 2014, ore 16.30
    Teatro Ristori
    Haydn e la gallina
  • 3 maggio 2014, ore 10.15-11.30
    Teatro Ristori, Foyer II Galleria
    Crin Cron Cran Crun. Filastrocche per crescere
    Laboratorio musicale per mamme e papà con bimbi 0-6 mesi
    ingresso gratuito, su prenotazione

Comunicato stampa

“ I bambini hanno diritto a partecipare all’arte in tutte le sue forme ed espressioni, a poterne fruire, a praticare esperienze culturali e condividerle con la famiglia, le strutture educative, la comunità, al di là delle condizioni economiche e sociali di appartenenza”

Carta dei diritti dei bambini all’arte e alla cultura, Progetto di La Baracca-Testoni Ragazzi di Bologna, 2011

“Incoraggiare la partecipazione di tutti i minori ad attività ludiche, ricreative, sportive, culturali… permettere a tutte le famiglie di partecipare ad attività sociali in grado di migliorare le loro competenze parentali e di favorire una comunicazione familiare positiva…”

Investire nell’infanzia per spezzare il circuito vizioso dello svantaggio sociale. Raccomandazioni della Commissione Europea del 20 febbraio 2013.

L’Assessorato alla Famiglia del Comune di Verona, nell’ambito della programmazione di servizi e progetti per la prevenzione dello svantaggio sociale e di sostegno alla genitorialità, intende offrire nuove occasioni creative per sostenere le relazioni familiari.

In collaborazione con Fondazione Cariverona, promuove Agorà. Le famiglie e la città incontrano la musica, un’innovativa rassegna di incontri musicali dedicati alle famiglie come occasione di condivisione e crescita educativa, ma anche di sensibilizzazione e diffusione della cultura musicale a nuove fasce di pubblico.

La proposta si pone in linea con gli obiettivi del Progetto Nazionale Nati per la Musica, promosso dall’Associazione Culturale Pediatri, che sostiene attività mirate ad accostare precocemente il bambino al mondo dei suoni e alla musica.

Attraverso questo progetto pilota, sostenuto da importanti Istituzioni, realtà aziendali e fondazioni, si vuole investire in azioni volte a migliorare il benessere dell’infanzia e delle famiglie, garantendo pari opportunità anche nella fruizione delle risorse educative e culturali.

Si ritiene importante orientare quest’azione di sensibilizzazione in particolare ai genitori che si rivolgono ai servizi sociali comunali per la richiesta di sostegno e di accompagnamento nella relazione con i propri figli, in particolare alle famiglie che frequentano lo Spazio Famiglie di Corte Molon e il Centro Ascolto Famiglie dell’Arsenale, ma anche a quelle seguite dai Centri Sociali Territoriali o i cui figli frequentano i Centri Diurni e i Centri Aperti.

Saranno coinvolte le famiglie affidatarie afferenti al Centro Affido e della Solidarietà Familiare e alle Associazioni aderenti alla Consulta della Famiglia, le mamme e i bambini stranieri che si incontrano  presso il Centro Interculturale delle donne Casa di Ramìa, le Case Famiglia e le Case Accoglienza del territorio che accolgono bambini e ragazzi  sotto tutela.

Grazie alla preziosa collaborazione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata e della Casa Circondariale di Montorio, è stato possibile inserire nel programma due eventi extra teatro, offerti ai bambini ricoverati nei reparti ospedalieri di Borgo Roma, che potranno accedere alla Aula Magna del Policlinico trasformata in spazio teatrale, e ai bambini e ai genitori detenuti nel Carcere di Montorio, nella consueta giornata di visita.

In tal modo il progetto si connota per una marcata valenza sociale, poiché rafforza in chiave culturale l’azione del Comune di Verona a sostegno delle famiglie con una strategia integrata ai servizi sociali di base.

Con un ampio programma da ottobre 2013 a maggio 2014, Agorà vuole introdurre grandi e piccoli alla Grande Musica: Orchestra di Padova e del Veneto e Disegnare Musica Ensemble ci faranno incontrare i compositori Haydn e Mozart raccontando con le note e i ritmi, la narrazione e le immagini alcuni aspetti inediti e divertenti della loro straordinaria vita.

Gli spettacoli di Disegnare Musica Ensemble Viaggio nella notte blu e luiumanè e la nave del deserto porteranno le famiglie a riflettere sulle emozioni e le paure, ma anche sulla preziosità delle risorse ambientali e sull’importanza di una visione di vita in equilibrio con la natura.

Con Elmer, l’elefante variopinto Disegnare Musica Ensemble e la Big Band Ritmo-Sinfonica Città di Verona accompagneranno bambini e genitori in modo divertente e giocoso nella riflessione sull’identità e le differenze.

Due gli incontri extra teatro: Due alberi, dedicato ai bambini e ai genitori detenuti nel Carcere di Montorio, e La foglia e il vento, per i bambini ricoverati presso il Policlinico Borgo Roma.

Agli incontri musicali si affiancano infine due laboratori, Ninne nanne nanne nì. Musiche per nuotare bene e Crin Cron Cran Crun. Filastrocche per crescere, dedicati ai genitori in attesa o con bimbi piccolissimi.

Agorà, spazio di incontro, dialogo e scambio tra le famiglie e la città attraverso il linguaggio universale della musica e dell’espressione artistica, è un progetto in collaborazione con la musicista Elisabetta Garilli di Disegnare Musica Ensemble e con l’Associazione Culturale La Foglia e il Vento.

Gode del patrocinio della Regione Veneto, dell’Associazione Culturale Pediatri, dei progetti Nazionali Nati per la Musica e Nati per Leggere.

Condividi
Share

1 commento on Agorà, tante iniziative per diffondere la cultura musicale

  1. Pingback: Viaggio nella notte blu | disMappa! Verona per tutti

Comments are closed.