Musei di Verona

L’evoluzione del paesaggio – L’archivio fotografico di Pietro Zangheri


AL MUSEO DI STORIA NATURALE LE FOTOGRAFIE DI PIETRO ZANGHERI

Rimarrà aperta fino al 21 gennaio 2014, al Museo Civico di Storia Naturale di Verona, la mostra “L’evoluzione del paesaggio – Viaggio nell’archivio fotografico di Pietro Zangheri”. L’esposizione è stata realizzata in collaborazione con l’Ufficio Beni Culturali della Provincia di Forlì-Cesena e la Direzione del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

La mostra è dedicata all’Archivio fotografico della Romagna costituito dall’autore

Zangheri 1            Zangheri 2

Le splendide immagini dell’Archivio e l’effetto 3D degli scatti stereoscopici rappresentano ancora oggi uno strumento unico per analizzare l’evoluzione del paesaggio ed il rapporto tra l’uomo e il territorio

Nella prima metà del ‘900 Pietro Zangheri, botanico e naturalista appassionato, cominciò a raccogliere e determinare campioni botanici e zoologici della provincia di Forlì, sua città natale. La passione per tutti gli aspetti del mondo naturale portò presto Zangheri a creare una cospicua raccolta che nel tempo si trasformò in una vera e propria collezione, donata nel 1968 al Museo di Storia Naturale di Verona ed esposta oggi a Palazzo Pompei.
Pietro Zangheri ha collezionato e catalogato un totale di 15.374 specie, delle quali 10623 animali, 3683 piante e 1068 fossili della Romagna. I dati da lui raccolti, unitamente alle fotografie d’archivio e all’effetto 3D degli scatti stereoscopici, sono una rappresentazione dettagliata della diversità animale e del paesaggio della Romagna dalla prima metà del secolo scorso al 1970. La mostra, oltre a proporre una selezione degli scatti del naturalista forlivese corredati di fotoconfronti, è completata dallo stereoscopio originale e dalle macchine fotografiche che Zangheri utilizzò per realizzare il suo archivio.