Musei di Verona

La notte europea dei Musei 2017


Museo degli Affreschi
Museo di storia naturale
Biblioteca Civica di Verona
Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio di Verona, Rovigo e Vicenza
Sabato 20 maggio 2017, 19.00-1.00
Ingressi e attività gratuiti

Torna la Notte Europea dei Musei, l’iniziativa nata nel 2005 con l’obiettivo di avvicinare un nuovo pubblico all’ambiente dei musei, consentendo di apprezzare il patrimonio artistico, le collezioni permanenti o le mostre temporanee al di fuori dei consueti orari di visita, e sotto una luce insolita e affascinante.

Allo stesso tempo luoghi d’esposizione e spazi d’animazione, i musei diventano scenari di iniziative all’insegna dell’arte e della conoscenza.
……………………………………………
A Verona partecipano

  • Museo di Storia Naturale
    – nella suggestiva cornice del cinquecentesco Palazzo Pompei, dalle ore 19 ogni 20 minuti (ultimo turno ore 23.20): visite guidate alle sale espositive. L’esposizione permanente viene presentata sottolineando particolarità e  curiosità: dalla sala dei pesci fossili di Bolca, passando per le sale dedicate alla zoologia.
  • Museo degli Affreschi G. B. Cavalcaselle alla Tomba di Giulietta
    – visite guidate gratuite ogni mezz’ora, a partire dalle ore 20.30 (gruppi di 25 persone, prenotazione non necessaria);
    – alle ore 19.30 e 20: laboratori per bambini sul tema del mito di Giulietta (durata h. 1.30, prenotazione non necessaria);
    – in Sala Galtarossa, alle ore 20, 21 e 22: “Back to New Orleans”, concerto jazz della Storyville Jazz Band (ingresso libero fino ad esaurimento dei posti a sedere).
  • Biblioteca Civica
    – visite guidate a partire dalle ore 18 fino alle 22, per scoprire la storia della Biblioteca, dei suoi spazi e dei suoi tesori (su prenotazione all’indirizzo bibliotecacivica.visite@comune.verona.it o al numero 045 8079700 (fino ad esaurimento posti);
    – dalle ore 14 alle 19 in Protomoteca: mercatino dei libri usati;
    – alle ore 18 in Sala Nervi Biblioteca Ragazzi, “I burattini di Favolavà Verona”;
    – alle ore 21.30 sempre in Sala Nervi, presentazione e letture del libro “Sete” di Roberto Marri
  • Anche la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio di Verona, Rovigo e Vicenza, aderisce all’iniziativa con l’apertura straordinaria della sede storica della Soprintendenza e del laboratorio di restauro di via Dogana, nel quartiere Filippini. I due monumenti saranno aperti domani dalle 18 alle 21, con ingresso gratuito.
    Alle 18 uno sguardo alla Verona del passato con la conferenza di Maristella Vecchiato dal titolo «La Verona di inizio Novecento nelle fotografie d’epoca della Soprintendenza» e proiezione di immagini storiche. A seguire, percorso guidato al chiostro dell’ex Convento di San Fermo Maggiore.In via Dogana, invece, oltre alla visita guidata a cura dei funzionari della Soprintendenza al palazzo della Dogana vecchia ai Filippini, saranno eccezionalmente illustrati gli interventi di restauro in corso sui dipinti trafugati dal Museo di Castelvecchio e rientrati in Italia nel dicembre 2016. Nell’occasione i restauratori avranno modo di presentare i cinque capolavori «in cura» nel laboratorio: due tavole, e cioè il Bambino del Caroto e il San Girolamo penitente di Jacopo Bellini, e tre tele, il Ritratto di giovane monaco di Caroto, la Sacra Famiglia del Mantegna e la Dama delle licnidi di Rubens.

è possibile l’accesso alla Soprintendenza a persone con disabilità, sia in piazza San Fermo che in Corte Dogana