Teatro Filarmonico

Franco Battiato presenta “Apriti sesamo” al Teatro Filarmonico


Per la rassegna “Cantautori doc” stasera alle 21 concerto di Franco Battiato al Teatro Filarmonico

Musicista, cantante, compositore, pittore e scrittore. Quella di Battiato è considerata una tra le figure più influenti del panorama della musica, leggera e no, in Italia. Infatti, da sempre, si è confrontato con molteplici stili musicali, combinandoli spesso tra loro in un approccio eclettico: dagli inizi romantici, alla musica sperimentale, passando per l’avanguardia colta, l’opera lirica, la musica etnica, il rock progressivo, la musica leggera e, infine, anche elettronica.

Il Maestro ha pubblicato un nuovo disco, “Apriti Sesamo” che si può considerare un album tra i suoi più riusciti e felici condensando, dal punto di vista musicale, il percorso artistico di una vita, arrivando a vertici di leggerezza e ineffabilità davvero notevoli.

Come lo stesso Franco Battiato ha annunciato, questo è uno dei migliori album della sua carriera.

Ritorna a Verona, per presentare il suo nuovo lavoro discografico, il “poeta” della musica italiana: FRANCO BATTIATO Unico ed imperdibile appuntamento per ascoltare i suoi più grandi successi e tutti gli inediti del nuovo album “Apriti Sesamo!”

Sito ufficiale di Franco Battiato: http://www.battiato.it/

Apriti Sesamo

Il nuovo racconto di Franco Battiato si snoda attraverso dieci canzoni, che rendonoApriti Sesamo un album tra i suoi più riusciti e felici e sanno condensare, dal punto di vista musicale, il percorso artistico di una vita, arrivando a vertici di leggerezza e ineffabilità davvero notevoli.
In Apriti Sesamo troverete così il Battiato più pop e l’instancabile suggeritore di scomposizioni ritmiche ardite, l’appassionato di musica operistica, recentemente impegnato nella scrittura di “Telesio”, così come il suo legame con la canzone d’autore.
Nelle canzoni di Apriti Sesamofigurano anche alcuni dei più bei testi di Manlio Sgalambro, un sodalizio artistico che ormai dura da quasi vent’anni

Universal, 2012
Apriti Sesamo

Apriti Sesamo

Apriti Sesamo, apriti Sesamo, apriti Sesamo.

Sorrideva Sherazade e i suoi denti, come fili di perle,
come chicchi di grandine, come fiori.
Scintillavano al sole per la grandezza di Allah.
Dalla sua bocca, le più belle fiabe trovavano vita per il Re.
Cominciò così, la bella a raccontare di Alì Babà e dei 40 ladroni.

Apriti Sesamo, apriti Sesamo, apriti Sesamo.

Alì aveva seguito, di nascosto, come un’ombra, una banda di ladri, camminavano nel bosco in fila indiana.
Arrivarono davanti ad una grande grotta, nascosta da cespugli. Il loro capo imperioso ordinò Sesamo apriti… la roccia girò su se stessa e come porta si spalancò: monete d’oro, pietre preziose, sciabole scintillanti e tappeti di Bukara.

Orci di vino pregiato, vasi pieni di luce lunare che illuminavano attorno per il piacere degli occhi.

Quando i ladri si allontanarono al galoppo, ed erano ormai lontani,
Alì Babà si fece coraggio… e si avvicinò alla grande grotta, impaurito e tremante ripetè la formula magica: Sesamo apriti.
La roccia girò su se stessa e come porta si spalancò.

A quel punto, sorto il giorno, Sherazade si interruppe e la fiaba finì

Biografia (dal sito ufficiale)

Franco Battiato è nato a Jonia (CT) nel 1945.

Gli anni ’70, Bla Bla e Ricordi. Sin dai primi anni ’70 partecipa attivamente alle correnti di ricerca e sperimentazione europee. Le sue prime incisioni discografiche organiche escono per l’etichetta sperimentale Bla Bla, dal 1971 al 1975: Fetus (1971), Pollution (1972), Sulle corde di Aries (1973), Clic (1974), M.elle le “Gladiator”(1975).L’artista passa poi a Ricordi, che pubblica Feedback (1975), un album doppio che riassume la sua precedente produzione per Bla Bla, Battiato (1976), Juke Box (1977) e L’Egitto prima delle sabbie (1978).Con quest’ultimo brano per pianoforte Battiato vince nel 1978 il Premio Karlheinz Stockhausen.

Gli anni ’80 e la EMI. Nel 1979 pubblica L’Era del Cinghiale Bianco, primo lavoro con la Emi Italiana. SeguonoPatriots (1980) e, nel 1981, La voce del Padrone, che staziona al vertice della classifica italiana per un anno vendendo oltre un milione di copie. Battiato diventa un “caso”, materia di studio per gli intellettuali e fonte d’ ispirazione per i musicisti. Gli album successivi sono: L’arca di Noè (1982), Orizzonti perduti (1983), Mondi lontanissimi (1985), Echoes of sufi dances (1985). L’Ottava nel 1985 avvia le edizioni L’Ottava in collaborazione con Longanesi, e, nel 1989, l’omonima etichetta discografica dedicata a musica “di frontiera” fra la composizione colta, la canzone e la musica etnica, pubblicando sei titoli tra il 1988 e il 1989. L’opera Genesi e la produzione pop degli ultimi ’80. Ma sin dal 1984 Franco Battiato è al lavoro per Genesi. L’opera debutta al Teatro Regio di Parma il 26 aprile 1987, accolta con trionfale consenso. Per la Emi escono ancora: Nomadas (1987, Emi Spagnola), Fisiognomica (1988) e, nel 1989, il doppio album dal vivo Giubbe rosse.

L’inizio degli anni ’90, tra dischi pop e opere classiche. Nel 1990 esce la colonna sonora composta da Battiato per il film Benvenuto Cellini – Una vita scellerata. Nel 1991 Battiato incide Come un Cammello in una grondaia. L’album contiene, accanto ad alcuni lieder ottocenteschi, anche il brano Povera Patria, che diviene in breve tempo un simbolo di impegno civile. Come un Cammello in una grondaia è riconosciuto Miglior Disco dell’Anno 1991 nel referendum della stampa specializzata promosso dalla rivista Musica e Dischi. Nello stesso periodo lavora alla sua seconda opera lirica, Gilgamesh, che debutta con successo al Teatro dell’Opera di Roma il 5 giugno 1992. Segue il Tour di Come un cammello in una grondaia, dove Battiato è accompagnato dall’orchestra I Virtuosi Italiani, da Antonio Ballista e da Giusto Pio. Il 4 dicembre 1992 con I Virtuosi Italiani è a Baghdad, in concerto con l’Orchestra Sinfonica Nazionale Irachena. Nell’ottobre ’93 Battiato pubblica l’album Caffé de la Paix, che si classifica nuovamente Miglior Disco dell’Anno nel referendum di Musica e Dischi. Nello stesso periodo debutta la Messa Arcaica, composizione per soli, coro e orchestra.

La metà degli anni ’90 e l’inizio della collaborazione con Manlio Sgalambro. Nel settembre del ’94, su commissione della Regione Siciliana per l’ottavo centenario della nascita di Federico II di Svevia, viene rappresentata nella Cattedrale di Palermo l’opera Il Cavaliere dell’intelletto, su libretto del filosofo Manlio Sgalambro. Nell’autunno del ’94 esce Unprotected, album live registrato durante la tournée dello stesso anno conclusasi in Libano il 7 agosto al Festival di Beiteddine. Nel ’95 è la volta de L’ombrello e la macchina da cucire, album pop su testi di Manlio Sgalambro. Nel ’96 la EMI inglese pubblica Shadow, Light, disco contenente Messa Arcaica e brani mistici. I secondi anni ’90, Polygram e Sony. Nell’autunno del ’96 la Polygram pubblicaL’imboscata. Uno dei brani dell’album, La cura, è riconosciuto Miglior Canzone dell’Anno al Premio Internazionale della Musica. Nel ’97 segue anche il ritorno di Battiato nei palasport con un lungo e applauditissimo tour. A settembre del 1998 esce Gommalacca, contenente il singolo di grande successo Shock in my town che Battiato esegue l’anno dopo a Sanremo in qualità di ospite d’onore. L’album prosegue il discorso musicale iniziato conL’imboscata, arricchendolo ulteriormente di sonorità dure e spigolose. Il 22 ottobre 1999 viene pubblicato Fleurs, album nel quale Battiato interpreta 10 cover e 2 inediti e che gli vale la targa di Miglior Interprete all’edizione 2000 del Premio Tenco.

Dal 2000. Nel giugno 2000 esce Campi magnetici, disco che contiene le musiche del balletto commissionate dal Maggio Musicale Fiorentino. Il balletto, su testi di Manlio Sgalambro, viene rappresentato nello stesso mese al Teatro Comunale di Firenze con le coreografie di Paco Decina. Nell’aprile 2001 esce Ferro Battuto, che contiene 10 brani prodotti e arrangiati dallo stesso Battiato con la partecipazione di alcuni prestigiosi ospiti, primo fra tutti Jim Kerr dei Simple Minds che duetta con Battiato in Running against the grain, poi la voce di Natasha Atlas, gli archi della London String Orchestra e, nella versione spagnola, Mercedes Sosa. Il 30 agosto 2002 arriva nei negozi Fleurs3. L’album, che debutta direttamente al primo posto della classifica italiana degli album più venduti, si ricollega nell’ispirazione al precedente Fleurs ed è composto da 10 cover e una canzone inedita cantata in coppia con Alice e intitolata Come un sigilloIl cinema, PERDUToAMOR e il Nastro d’Argento. Nel maggio 2003 esce nelle sale PERDUToAMOR, esordio cinematografico alla regìa di Franco Battiato. Il film, scritto con Manlio Sgalambro e riconosciuto d’Interesse Culturale Nazionale, narra il percorso formativo di Ettore, prima bambino poi giovane adulto, nella Sicilia e nella Milano degli anni ’50 e ’60. La colonna sonora del film contiene, oltre a due brani dello stesso Battiato, altre 22 canzoni che spaziano dalla musica sinfonica e operistica alla musica italiana degli Anni ’60. Il 2003 si chiude con Last summer dance, doppio album live registrato durante il tour estivo e pubblicato nell’ottobre dello stesso anno.

Nell’aprile 2004 Franco Battiato vince, con il suo PERDUToAMOR, il Nastro d’Argento come miglior regista italiano esordiente. A luglio prende il via il nuovo tour estivo, Live in, che tocca alcune località di particolare suggestione. Accompagnato da un organico cameristico, Battiato propone soprattutto il suo repertorio più ricco di pathos e di emozioni. Dieci Stratagemmi. Anticipato dai singoli Ermeneutica e Tra sesso e castità, esce, nell’ottobre 2004, Dieci stratagemmi, il cui titolo è ispirato al libro dei 36 stratagemmi, antico testo cinese di tattica e strategia militare. Il 22 novembre al Teatro dell’Opera di Roma, Franco Battiato è in concerto con la Royal Philharmonic Orchestra di Londra. Un recital pensato e realizzato in favore del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano. Un’occasione unica per ascoltare in versioni inedite i classici del repertorio eclettico del musicista accompagnati dalla storica orchestra britannica, tra le più note e apprezzate del mondo. A dicembre il debutto televisivo con Bitte, keine réclame, un programma scritto con Manlio Sgalambro. Sei puntate di 45 minuti, in cui vengono proposti incontri con uomini straordinari. Dai versi di Shakespeare al fragore elettro-rock. È un Franco Battiato deciso e ispirato quello dell’applauditissimo Dieci Stratagemmi tour che nei primi mesi del 2005 fa tappa in numerose città italiane, seguito dalla pubblicazione, nel novembre 2005, del dvd live Un soffio al cuore di natura elettrica. L’Arte del Vivere, questo il tema del Padiglione Italia all’Esposizione Universale di Aichi 2005 in Giappone. Le musiche, che hanno ricreato il fascino del Mediterraneo e della sua millenaria cultura, sono state realizzate da Franco Battiato. MusikantenMusikanten racconta la storia di un’autrice televisiva che, per un suo programma, incontra uno sciamano che la sottopone ad ipnosi regressiva. La donna, interpretata da Sonia Bergamasco, scoprirà che forse in una vita precedente è stata il principe Lichnowsky, amico e mecenate di Beethoven. Quest’ultimo è interpretato dal regista Alejandro Jodorowsky. La sceneggiatura è scritta da Battiato e dal filosofo Manlio Sgalambro.

Il Vuoto e Niente è come sembra
Il Vuoto, lavoro pubblicato nel 2007 e Niente è come sembra, ultimo film pubblicato nello stesso anno.

Fleurs2
Dal novembre 2008 Fleurs2, che vede le partecipazioni, tra gli altri, di Annie Ducros, Antony e Juri Camisasca. Oltre a 10 brani di altri notissimi autori, ci sono le inedite “Tutto l’universo obbedisce all’amore” cantata con Carmen Consoli e la personalissima e suggestiva “L’addio” dedicata a Giuni Russo.

Inneres Auge
Novembre 2009 l’ultimo cd.

Nel 2011, su commissione del Comune di Cosenza/Teatro Rendano, Battiato compone Telesio, la sua nuova opera, con libretto di Manlio Sgalambro.

 


2 commenti on Franco Battiato presenta “Apriti sesamo” al Teatro Filarmonico

  1. Unenly

    There is certainly noticeably a bundle to know about this. I assume you made particular nice points in features also.

Comments are closed.