Con Cenerentola del Malandain Ballet Biarritz in programma dal 22 al 24 agosto al Teatro Romano si chiude l’Estate Teatrale Veronese 2013. Dopo la prima mondiale di Versailles lo scorso giugno e una tournée trionfale in Spagna, il Teatro Romano ospita in “prima” ed esclusiva nazionale il Malandain Ballet Biarritz che dal 22 al 24 agosto con inizio alle 21 proporrà Cenerentola di Thierry Malandain su musica di Sergei Prokofiev. Grande l’attesa per questo balletto che Prokofiev compose nei primi anni Quaranta e andò in scena per la prima volta nel 1945 al teatro Bolscioi.Da allora tantissime le riprese: tra le più celebri quella di Frederik Ashton del 1948 dove le due sorellastre erano interpretate, con toni particolarmente comici, da due uomini en travesti. In questa versione di Malandain la vicenda, sviluppata sulla celebre fiaba di Perrault e dei fratelli Grimm, ruota attorno al percorso esistenziale di un’étoile della danza che, passando attraverso il dubbio, l’emarginazione, la sofferenza e la speranza, raggiungerà la luce. Un percorso “fatto di ceneri e di magia” con elementi ora tragici e ora comici dal sapore universale. Tra gli elementi comici le sorellastre anche qui interpretate da due danzatori en travesti (Frederik Deberdt e Jacob Hernandez Martin) e la matrigna affidata a uno dei danzatori più apprezzati della compagnia, l’italiano Giuseppe Chiavaro. Gli interpreti principali del balletto sono Miyuki Kanei (Cenerentola), Daniel Vizcayo (principe) e Claire Lonchampt (la fata). Per la celebre compagnia francese è un gradito ritorno al Teatro Romano dove vi aveva interpretato con grande successo Les créatures nel 2007, Romeo e Giulietta nel 2010 e una Serata Novecento (comprendente La morte del cigno, Lo spettro della rosa, L’après-midi d’un faune, L’amore stregone e Bolero) nel 2012. Teatro romano

Cenerentola danza con la Malandain Ballet Biarritz


Con Cenerentola del Malandain Ballet Biarritz in programma dal 22 al 24 agosto al Teatro Romano si chiude l’Estate Teatrale Veronese 2013. 

Con Cenerentola del Malandain Ballet Biarritz in programma dal 22 al 24 agosto al Teatro Romano si chiude l’Estate Teatrale Veronese 2013. Dopo la prima mondiale di Versailles lo scorso giugno e una tournée trionfale in Spagna, il Teatro Romano ospita in “prima” ed esclusiva nazionale il Malandain Ballet Biarritz che dal 22 al 24 agosto con inizio alle 21 proporrà Cenerentola di Thierry Malandain su musica di Sergei Prokofiev. Grande l’attesa per questo balletto che Prokofiev compose nei primi anni Quaranta e andò in scena per la prima volta nel 1945 al teatro Bolscioi.Da allora tantissime le riprese: tra le più celebri quella di Frederik Ashton del 1948 dove le due sorellastre erano interpretate, con toni particolarmente comici, da due uomini en travesti. In questa versione di Malandain la vicenda, sviluppata sulla celebre fiaba di Perrault e dei fratelli Grimm, ruota attorno al percorso esistenziale di un’étoile della danza che, passando attraverso il dubbio, l’emarginazione, la sofferenza e la speranza, raggiungerà la luce. Un percorso “fatto di ceneri e di magia” con elementi ora tragici e ora comici dal sapore universale. Tra gli elementi comici le sorellastre anche qui interpretate da due danzatori en travesti (Frederik Deberdt e Jacob Hernandez Martin) e la matrigna affidata a uno dei danzatori più apprezzati della compagnia, l’italiano Giuseppe Chiavaro. Gli interpreti principali del balletto sono Miyuki Kanei (Cenerentola), Daniel Vizcayo (principe) e Claire Lonchampt (la fata). Per la celebre compagnia francese è un gradito ritorno al Teatro Romano dove vi aveva interpretato con grande successo Les créatures nel 2007, Romeo e Giulietta nel 2010 e una Serata Novecento (comprendente La morte del cigno, Lo spettro della rosa, L’après-midi d’un faune, L’amore stregone e Bolero) nel 2012. Come tutti gli spettacoli dell'Estate Teatrale Veronese il biglietto disabile+accompagnatore è gratuito per entrambi.

Dopo la prima mondiale di Versailles lo scorso giugno e una tournée trionfale in Spagna, il Teatro Romano ospita in “prima” ed esclusiva nazionale il Malandain Ballet Biarritz che dal 22 al 24 agosto con inizio alle 21 proporrà Cenerentola di Thierry Malandain su musica di Sergei Prokofiev.

Grande l’attesa per questo balletto che Prokofiev compose nei primi anni Quaranta e andò in scena per la prima volta nel 1945 al teatro Bolscioi.Da allora tantissime le riprese: tra le più celebri quella di Frederik Ashton del 1948 dove le due sorellastre erano interpretate, con toni particolarmente comici, da due uomini en travesti. In questa versione di Malandain la vicenda, sviluppata sulla celebre fiaba di Perrault e dei fratelli Grimm, ruota attorno al percorso esistenziale di un’étoile della danza che, passando attraverso il dubbio, l’emarginazione, la sofferenza e la speranza, raggiungerà la luce. Un percorso “fatto di ceneri e di magia” con elementi ora tragici e ora comici dal sapore universale. Tra gli elementi comici le sorellastre anche qui interpretate da due danzatori en travesti (Frederik Deberdt e Jacob Hernandez Martin) e la matrigna affidata a uno dei danzatori più apprezzati della compagnia, l’italiano Giuseppe Chiavaro. Gli interpreti principali del balletto sono Miyuki Kanei (Cenerentola), Daniel Vizcayo (principe) e Claire Lonchampt (la fata).

Per la celebre compagnia francese è un gradito ritorno al Teatro Romano dove vi aveva interpretato con grande successo  Les créatures nel 2007, Romeo e Giulietta nel 2010 e una Serata Novecento  (comprendente La morte del cigno, Lo spettro della rosa, L’après-midi d’un faune, L’amore stregone e Bolero) nel 2012.

Come tutti gli spettacoli dell’Estate Teatrale Veronese il biglietto disabile+accompagnatore è gratuito per entrambi.