via e vicolo Stella

Al via l’abbattimento di 5 barriere architettoniche in centro storico


Aggiornamento 14 luglio 2017: lo scalino è ancora al suo posto, anche se l’ex assessore Lella prometteva diversamente in un articolo di gennaio 2017

AGGIORNAMENTO 6 agosto 2016: ancora nessun intervento sul marciapiede in via Zambelli nonostante le promesse del 2014 della presidente della commissione Lavori pubblici della Prima Circoscrizione Giuliana Marconcini

 

La mia richiesta di abbattimento di marciapiede alla 1a Circoscrizione Centro Storico risale a luglio 2012, la notizia sul quotidiano locale che faceva ben sperare a marzo 2014.

CITTÀ PER TUTTI. Stanziati 20mila euro

Disabili e barriere
Cinque interventi in centro storico

Tra gli altri, scivoli per carrozzine in piazza San Nicolò e Cittadella

L’Arena, sabato 29 marzo 2014 CRONACA, pagina 23

Sono marciapiedi e piazze di vecchia o nuova costruzione. Ma tutti accomunati dalla presenza di barriere architettoniche che rendono strade e slarghi impossibili da raggiungere per chi è costretto a spostarsi su una sedia a rotelle. Contro questi ostacoli, nella città antica è sceso in campo l’ufficio tecnico della prima circoscrizione. Il parlamentino del centro ha stanziato 20 mila euro per l’eliminazione delle barriere architettoniche in cinque punti del territorio, luoghi individuati grazie a precise segnalazioni da parte dei residenti e in seguito a precisi sopralluoghi dei tecnici e della presidente della commissione Lavori pubblici Giuliana Marconcini.
Gli interventi, che dovrebbero tutti essere ultimati entro l’inverno, riguardano in primis piazza San Nicolò, dove verrà costruito uno scivolo utilizzando lo stesso tipo di pietra di cui è lastricato il sagrato, così come i vicini giardinetti.
Tra le piazze interessate dai lavori anche la recentissima piazza Cittadella. Rifatta a nuovo e riaperta appena pochi anni fa, dopo che il cantiere per la costruzione del parcheggio interrato l’aveva messa letteralmente a soqquadro, presenta un punto non accessibile dalle carozzelle. Si tratta del marciapiede in prossimità delle strisce pedonali di attraversamento, nei pressi del bar Columbus.
E ancora, una problematica simile è presente in via Valverde, dove il marciapiede fa angolo via Poloni, e in via Zambelli, nella parte che fa angolo con vicolo Stella. Infine, punto critico già più volte segnalato dai residenti negli ultimi anni, in via Giovanni della Casa, agli Scalzi, nel tratto proprio di fronte alla gelateria Romana.
«Si tratta, per lo più, di punti in cui il marciapiede incontra le strisce pedonali ma senza avere un corretto punto di discesa: c’è il gradino alto, impossibile da salire e scendere per chi è in carrozzella che quindi non può attraversare in sicurezza la strada», spiega Marconcini.
«Abbiamo individuato questi cinque punti come priotari. Ma zone critiche sotto questo punto di vista ce ne sono ancora. E, se avanzano soldi, proseguiremo alla mano intervenendo anche in queste altre strade». I.N.

LAVORI PUBBLICI. L’assessore Lella ha illustrato il piano 2017 di manutenzioni straordinarie

Strade da rifare, ecco
dove partono i cantieri

Interventi per complessivi 2,7 milioni a partire da febbraio sia in centro che in periferia. Martedì tavolo tecnico per pianificarli

Via Sottoriva: anche qui sono previsti lavori FOTO MARCHIORI

Partiranno in febbraio i tanto attesi lavori di sistemazione e rifacimento delle strade della città e dei quartieri. L’assessore al Decentramento Antonio Lellaha illustrato il piano 2017 degli interventi di manutenzione straordinaria e riasfaltatura di strade e marciapiedi che verrà realizzato sul territorio delle circoscrizioni, per un valore complessivo di 2,7 milioni di euro.«Si tratta di interventi già finanziati a bilancio 2015 che, con il subentrare negli ultimi anni di nuove normative in merito alle procedure di gara per l’affidamento dei lavori, è stato possibile assegnare ed avviare solo con l’inizio di quest’anno», osserva l’assessore Lella. «Gli interventi riguardano opere di sistemazione strade e marciapiedi da tempo attesi dalla cittadinanza che, entro la prossima primavera, saranno tutti avviati». Da febbraio, dunque, partiranno i lavori di manutenzione dei marciapiedi in via Friuli, via Franchetti, via Da Mosto, via Arduino, per complessivi 200mila euro. Verranno sistemate anche le strade lastricate, con i sampietrini, per complessivi 310mila in corso Castelvecchio, via Anfiteatro, via Frattini, via Diaz, via Trezza, Ponte Garibaldi, via Berni, piazza Renato Simoni. Per la sistemazione dell’asfalto verranno, inoltre, investiti 390mila euro in via Santo Sepolcro, via Mameli, via Galvani.Inoltre, con uno stanziamento complessivo di 600mila euro (75 mila euro a circoscrizione), sono previsti sul territorio delle circoscrizioni interventi diversi di sistemazione strade ed eliminazione barriere architettoniche. Tra i principali, ricordiamo in prima circoscrizione via Sciesa, via Foroni, via Dietro Sant’Andrea, via Redentore (asfaltate), via Sottoriva, via San Cosimo, via Leoncino, via San Giovanni in Valle (lastricate) e i marciapiedi di via Provolo, via Cesare Battisti, via Jacopo Foroni, via Da Vico, via del Pontiere, piazza San Nicolò, piazza San Zeno e via Zambelli. Numerosi altri lavori sono stati programmati nel resto del territorio cittadino, anche in strade molto trafficate come via Mameli e il viale della Fiera.«Martedì 31 si terrà un tavolo tecnico del settore Strade», conclude Lella, affiancato dal vicecomandante della polizia municipale Claudio Longega. «L’obiettivo è pianificare i singoli interventi, in modo da creare i minori disagi possibili per gli automobilisti».Sempre il bilancio 2015 prevede uno stanziamento complessivo di 1,2 milioni di euro (150mila euro a circoscrizione) per i lavori di rifacimento e completamento delle strade e marciapiedi in varie circoscrizioni, tra cui anche via Venti Settembre e corso Porta Nuova.

Vedi anche

Cosa significa barriera architettonica

con video che mostra cosa significa la mancanza dello scivolo tra via Zambelli e Vicolo Stella