20120909 operaedithsteinduomoverona396 Opera lirica

“A piedi scalzi”, opera in musica per Edith Stein


L’opera in musica sulla vita di Edith Stein, Santa Teresa Benedetta della Croce, co-patrona d’Europa, in scena nella Cattedrale di Verona domenica 9 settembre

 A PIEDI SCALZI

libretto di Giampiero Pizzol
musica e direzione di Alessandro Nidi
cantante Daniela Piccari
Voce Laura Aguzzoni
Cori Città di Parma e Quodlibet diretti da Leonardo Morini

Opera in musica per orchestra, cantante solista, voce recitante e coro dedicata a Sancta Teresia Benedicta a Cruce – Edith Steinico_fotoaudio
di Alessandro Nidi


 

L’Opera, in forma di Oratorio, è suddivisa in otto parti nella figura liturgica dell’Ufficio delle Ore e in considerazione degli ultimi otto giorni trascorsi da Edith Stein in campo di concentramento.

Otto sono i movimenti della musica che sottolineano i vari passaggi della vita di Edith Stein: l’infanzia in una famiglia ebrea a Breslau, le domande della giovinezza, la passione per la filosofia di Husserl nell’Ateneo di Gottinga, la conversione al cattolicesimo, la scelta del Carmelo con tutte le prove che il destino della Germania di quei tempi impone e infine la morte ad Auschwitz.

Il clima che la musica di Nidi cerca di ricreare è uno spazio e un tempo perchè la parola della Stein possa risuonare fino a farsi domanda, canto e preghiera, citando ora lo Yiddish ebraico, ora Bach, ora il canto gregoriano, utilizzando i timbri degli archi, delle percussioni e dei fiati al servizio delle otto cantiche del libretto.

I testi di Giampiero Pizzol, scrittore di teatro, sono stati elaborati in contatto con Padre Sangalli, carmelitano curatore della causa di beatificazione della Stein, e sottolineano attraverso gli scritti della Santa Carmelitana, tutte le scelte drammatiche della sua vita, ma anche la grazia che le ha sempre illuminate.

L’orchestra che si incarica dell’esecuzione è composta per l’occasione di undici elementi: violino, viola, violoncello, contrabbasso, clarinetto, oboe, fagotto, sax soprano, tastiera, pianoforte e due percussionisti.

Cantante solista è Daniela Piccari, interprete di numerosi concerti tra cui il recente Ravenna Festival con un repertorio di musica moderna.La voce recitante è quella dell’attrice Laura Aguzzoni.
1bis

Direttore dell’esecuzione lo stesso Alessandro Nidi, pianista, compositore e direttore d’orchestra. Ha diretto per quindici anni le iniziative musicali presso il teatro stabile di Parma e dall’84 dirige quelle del Teatro delle Briciole di Parma. Collabora periodicamente con l’Orchestra “A. Toscanini”.
Nel 1997 dirige in prima mondiale l’opera lirica di Franco Battiato “Genesi” al Teatro Regio di Parma incidendone il disco. Collabora con importanti registi, tra cui Mario Martone e Moni Ovadia. Fonda il “Trio Gardel”; collabora con Maddalena Crippa; scrive musica per Renato Bruson, Mirella Freni, Cecilia Gasdia, Michele Pertugi, Lucio Dalla. 
Dirige il “Pierrot Lunaire” di Schoenberg nei più importanti Festival Internazionali.

Il Coro è diretto dal M° Leonardo Morini per le parti dei responsori tratte dalle opere della Stein e da quelle di di S. Teresa di Avila.
Leonardo Morini è diplomato in organo e composizione organistica al Conservatorio di Parma. Svolge attività concertistica come continuista al clavicembalo e all’organo in Italia ed all’estero.
Ha collaborato con Severino Gazzelloni, Cecilia Gasdia, Fabio Biondi, Emma Kirkby. Dal 1999 è clavicembalista dell’”Aura Soave” e degli “Orfei Farnesiani” con cui ha inciso vari cd per Tactus.
Attualmente dirige il coro Città di Parma. Realizza musiche per produzioni teatrali e fa parte della casa editrice “Kookaburra”, di cui cura il settore relativo alla musica antica.

La Corale “Città di Parma”, fondata nel 1964, è costituita da due gruppi: il Coro di Voci Bianche e il Coro Voci Miste, con un vasto repertorio che spazia da Orlando di Lasso a Felix Mendelssohn-Bartholdy; dai Mottetti di Bach e di Brahms, fino ad autori del ’900, come Poulenc, Hindemith e Messiaen.
L’attività della Corale è stata premiata con importanti riconoscimenti come i Concorsi Internazionali di Arezzo, Gorizia, Tours e quelli Nazionali di Prato e Cremona. Oltre all’attività concertistica ed alle Tournées (Giappone 1981, Germania 1989), nel 1996 è stata registrata una raccolta di Lieder di F. Schubert per Coro Maschile e Chitarra presso la casa discografica “Mondo Musica”.

Il Coro Quodlibet: nato nel 1996, dopo lo scioglimento dello storico gruppo “Vocalis concentus” diretto dal Maestro Antonio Burzoni e già dedito al repertorio antico, da allora svolge attività concertistica nella città e nella provincia di Parma in formazione a cappella o con l’accompagnamento di strumenti. Nel 1998 ha vinto il primo premio al “Concorso corale della Madonna del Campo” a Mortara. Ha partecipato alla messa in scena dell’opera “L’enfant et les sortileges” di Maurice Ravel da parte della Cooperativa Musicale Carl Orff al Teatro Regio di Parma, allo spettacolo ispirato al “Peer Gynt” di Edvard Grieg e al Musical “Il Gigante Egoista” sempre al Teatro Regio di Parma. Ha collaborato con il Maestro Marco Faelli e con il Maestro Mario Pettenati. Ha partecipato a diverse edizioni del Festival Lodoviciano. Partecipa, in collaborazione con la Corale Città di Parma, alle rappresentazioni dell’oratorio di Alessandro Nidi A piedi scalzi, dedicato a Edith Stein. Il gruppo è una realtà indipendente e viva, aperta a nuove iniziative e collaborazioni, in particolare, ma non solo, nel campo della musica rinascimentale e barocca. È diretto da Leonardo Morini.

Video di presentazione con estratti dell’opera su youtube