Palazzo della Gran Guardia

Corti a Palazzo, seconda edizione


Palazzo della Gran Guardia di Verona, Sala Convegni
Mercoledì 16 marzo 2016 – dalle ore 16.00
Ingresso gratuito

CORTI A PALAZZO 2016

rassegna cinematografica di film cortometraggi

Si terrà mercoledì 16 marzo 2016, a partire dalle ore 16.00 presso la Sala Convegni del Palazzo della Gran Guardia, la seconda edizione della rassegna “Corti a Palazzo”, dedicata ai cortometraggi girati in Veneto negli anni 2014-2015 e organizzata dal Verona Film Festival (Verona Film Commission).

Per la selezione dei materiali, arrivati numerosissimi presso l’Ufficio Cinema, il Verona Film Festival si è avvalso di due professionisti del settore, Luca Caserta (regista cinematografico) e Adamo Dagradi (critico cinematografico).

La manifestazione promuove la diffusione di cortometraggi di fiction e documentaristici della durata massima di 30 minuti, girati in Veneto, offrendo al pubblico veronese l’opportunità di assistere gratuitamente alle proiezioni. Ogni cortometraggio sarà presentato dal regista al quale il pubblico potrà porre domande.

Questo l’elenco delle opere selezionate:

  • UN QUARTO ALLE OTTO di Gianluca Zonta
  • STRANGERS di Luca Immesi
  • THE COUNTDOWN di Diego Dimattia
  • TIGER SUSY di Riccardo Pittaluga, Tommaso Rossi, Albert Tola
  • LA CENA PERFETTA di Diego Carli
  • MY LUNAR EYES di Giancarlo Beltrame
  • LA CORSA di Renzo Carbonera
  • SUL FILO DEGLI ANNI di Sara Pigozzo, Enrico Meneghelli

A chiusura della rassegna, alle ore 19.00 si terrà la première del cortometraggio SLEEPING WONDER di Alberto Rizzi.

PER INFO e CONTATTI

Verona Film Festival
tel. 045 8005348 – fax 045 593762
e-mail: veronafilmfestival@comune.verona.it

GRAN GUARDIA. Oggi dalle 16 nella sala convegni la seconda rassegna «Corti a Palazzo»

Film corti, emozioni lunghe

Alle 19 l’anteprima di «Sleeping Wonder» di Alberto Rizzi realizzato a Verona

Oggi a partire dalle 16, in sala Convegni del Palazzo della Gran Guardia, si terrà la seconda rassegna di Corti a Palazzo, organizzata dal Verona Film Festival e dedicata ai cortometraggi girati in Veneto negli anni 2014-2015. Le opere, della durata massima di 30 minuti, arrivate numerose presso la sede della Verona Film Commission, grazie a un bando pubblicato nel mese di gennaio, sono state selezionate dal regista cinematografico Luca Caserta e dal critico Adamo Dagradi. Otto i corti a cui il pubblico potrà assistere gratuitamente, più una proiezione speciale alle 19: l’anteprima di Sleeping Wonder, per la regia di Alberto Rizzi, protagonista Chiara Mascalzoni, opera realizzata a Verona e reduce da un tour nei festival di settore europei ed americani. Le opere selezionate sono: Un quarto alle otto, di Gianluca Zonta, con Luca Mazzamurro, Valentina J. Fabretti e Martina Sacchetti, durata 10 minuti. Una commedia degli equivoci dalla soluzione esilarante, giocata in unità di tempo e luogo. Strangers, di Luca Immesi, con Leonard Hohm e Monica Bonechi, 10 minuti. Dramma di un incontro notturno che si stempera grazie alla speranza che ogni contatto tra esseri umani può imprimere anche alla più nera disperazione. The Countdown, di Diego Dimattia, con Isabella Pegoraro e Riccardo Broch, 5 minuti e 40 secondi. Gioco meta cinematografico capace di sorridere con complicità sugli incastri tra finzione e realtà. Tiger Susy, di Riccardo Pittaluga, Tommaso Rossi e Albert Tola, con Stefania Perini, Nicole De Leo, Porpora Marcasciano e Alberto Mariotti, 15 minuti. Ritratto duro e visionario, girato in una Veronetta livida, di una società che tormenta chi vuole essere libero, parzialmente ispirato a un fatto di cronaca veronese. La cena perfetta, di Diego Carli, con Melissa Marcolungo, Simone Frigotto, Kadigha Ayoub, Rupinder Kaur, Lovepreet Kaur, Pavandeep Kaur, Albert Coré, Paolo Rozzi e Roberto Vandelli, 20 min. Un documentario nato come progetto per gli studenti delle scuole di Monteforte d’Alpone, nel quale i linguaggi di diversi generi cinematografici (si va dalla horror comedy a Ratatuille) si fondono per raccontare i sapori di un incontro tra culture. My lunar eyes, di Giancarlo Beltrame, 4 min. Elegantissimo progetto di videoarte, che resterà a lungo incastonato nell’inconscio degli spettatori. La Corsa, di Renzo Carbonera, con Anita Kravos, Fabrizio Romagnoli, Vasco Mirandola, 13 min. Un tango notturno di sensualità e tradimento che si appoggia a un aspetto poco conosciuto della cronaca.Sul filo degli anni, di Sara Pigozzo e Enrico Meneghelli, 20 min. Documentario dolce e sorprendente su una signora non più giovane e sulla sua arte straordinaria: la riproduzione di grandi capolavori dell’arte pittorica col cucito.

Sleeping Wonder

short movie

Evento speciale questa sera alle 18,45

Questa sera, mercoledì 16 marzo, si terrà in Gran Guardia al termine della giornata di proiezioni Corti a Palazzo a cura del Comune di Verona e della Verona Film Commission, l’evento speciale di proiezione in anteprima assoluta per il pubblico dell’ultimo film cortometraggio firmato Alberto Rizzi: Sleeping Wonder.Il film sta partecipando ai Festival cinematografici di tutto il mondo e ha già guadagnato il titolo di Miglior Film Straniero a Los Angeles, al Back in the Box film Festival, e i premi di Miglior Film, Fotografia, Montaggio e miglior Attrice a Dalla in Texas per il Focus Film Festival. A questo va aggiunto la selezione ufficiale in particolare ai film festival di Hollywood, Manchester, Marbella, Johannesburg, Pittsburg, Alghero, Lecce e numerosi altri.

Di altissimo livello il cast che conta, oltre alla protagonista Chiara Mascalzoni socia e prima attrice di Ippogrifo, Lino Guanciale che ha lavorato con Carlos Saura e Woddy Allen ed è conosciuto al grande pubblico per la fiction rai La Donna Velata;  il maestro del teatro Cesar Brie,Alessandra Faiella attrice comica che ha collaborato sia con Zelig che con la Gialappa’s Band; e Ida Marinelli co-fondatrice del teatro Elfo di Milano: tutti attori noti a livello nazionale e internazionale che hanno aderito al progetto con slancio ed entusiasmo. In un cameo anche Andrea de Manincor attore veronese molto vicino ad Ippogrifo. Accanto a loro i Tesori degli Amici del tesoro: Diego, Andrea, Angelo e ancora Federico, Anna, Sara e Gioele.

La numerosissima crew ingaggiata da Ippogrifo per la produzione aveva curriculum di primordine per rispondere adeguatamente alle raffinate scelte registiche di Rizzi e alla sofistica fotografia di Michele Brandstetter de Bellesini; il lavoro è stato concluso in studio dall’impeccabile il montaggio a cura di Federico Fabiano, dalle musiche composte appositamente daGuido Smider, e da Davide Saggioro al suono.

Il film cortometraggio è una coproduzione di Ippogrifo Produzioni, il centro di produzione teatrale e cinematografico veronese alla cui guida è appunto Alberto Rizzi, e Amici del Tesoro una associazione onlus che raccoglie volontari e famiglie di ragazzi disabili adulti. La produzione di questo film è stato esito di una collaborazione e una amicizia tra le due associazioni pluriennale. Ippogrifo e Amici del Tesoro condividono infatti un percorso di incontri e di teatro terapia da anni: corsi e laboratori finalizzati a conservare le abilità residue dei “tesori”. Una situazione di grande confidenza ed un messaggio condiviso: i veri disabili sono coloro che non sanno amare.

Il corto, una produzione ambiziosa ed impegnativa, è stato girato la scorsa primavera a Verona in location esclusive che spaziano dalla Piazza Erbe in notturna alla Piscina le Grazie in subacquea, dal panorama mozzafiato che si gode dall’angolo di Torricelle dell’Agriturismo San Mattia alla sontuosa e raffinata eleganza di Palazzo Paletta a pochi passi dal Duomo. Il girato si è poi spostato in Trentino, nel Comune di Ledro in un suggestivo Land Art Park.

Corti a Palazzo su dismappa