Teatro Camploy

La malata invisibile: la Sindrome di Sjőgren a teatro


Teatro Camploy di Verona
Giovedì 8 dicembre 2016, ore 20.45
Ingresso libero

La malata invisibile

Spettacolo messo in scena dalle compagnie amatoriali veronesi GTV Niù e Ipazia, in collaborazione con il Comune di Verona e con il patrocinio di Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, Ulss 20, Csv e Uniamo – Federazione Italiana Malattie Rare.

La Sindrome di Sjőgren è una malattia rara, invalidante e degenerativa che colpisce le ghiandole salivari e lacrimali. Spesso si associa alla sclerodermia e all’artrite rematoide  ed espone a un rischio altissimo di sviluppare linfomi. A.N.I.Ma.S.S. è un’associazione di volontariato, punto di riferimento per circa 16.000 persone tra pazienti, familiari e medici.  Per incentivare la ricerca su questa sindrome, ancora poco studiata, l’Associazione ha organizzato anche il progetto “Un premio per la vita”, attribuendo borse di studio a giovani medici specializzandi.

La limitata conoscenza della malattia comporta pesanti ripercussioni per i malati che non sono adeguatamente tutelati nel loro diritto alla salute e per questo l’Associazione ha ritenuto importante sensibilizzare la cittadinanza su questa patologia con uno spettacolo in cui la chiave interpretativa ironico-farsesca riesce a fare breccia nella mente e nel cuore degli spettatori, stimolando la riflessione.

La malata immaginaria è Angelica Rossi, una insegnante di scuola media, solare, amante della vita e del suo lavoro, che all’improvviso si ammala di una malattia invisibile, la Sindrome di Sjogren, trovando indifferenza e incomprensione sia nella sua famiglia che nel posto di lavoro e vivendo situazioni grottesche e paradossali. Questa messa in scena ironica e comica nella sua drammaticità è stata già presentata con successo dall’autrice, Lucia Marotta, presidente dell’Associazione già negli anni 2007 e 2008, rispettivamente presso l’Auditorium della Gran Guardia e il Teatro Camploy a Verona. La versione che sarà messa in scena l’8 dicembre coinvolge circa una quindicina di persone delle compagnie GTV Niù e Ipazia. Il lavoro di adattamento drammaturgico è stato curato da Andrea Pellizzari, in collaborazione con William Bertozzo, mentre lo studio corale è opera di Nunzia Messina. Nel finale si alternano le letture di alcuni racconti tratti dal libro “Dietro la Sindrome di Sjőgren“ di Lucia Marotta.

Per informazioni visitare il sito www.animass.org.