Teatro

Emergency Days Verona – Prima edizione


Palazzo della Gran Guardia di Verona, Auditorium
31 marzo – 1 aprile 2017
Ingresso libero

A Verona, il 31 marzo e 1 aprile 2017 avrà luogo la prima edizione degli Emergency Days presso il Palazzo della Gran Guardia, iniziativa realizzata dal Gruppo Emergency Verona in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali e Famiglia del Comune di Verona e con la band Encore Dire Straits Tribute.

Due giornate di eventi culturali e informativi che hanno lo scopo di presentare i progetti di Emergency e raccogliere fondi per il Centro di Maternità a Anabah in Afghanistan, aperto nel 2003 da Emergency: la struttura offre assistenza ginecologica, ostetrica e neonatale alla popolazione di un’area molto vasta del nord Afghanistan abitata da almeno 250.000 persone. Il Centro di maternità è l’unica struttura specializzata e gratuita nella regione.
L’iniziativa avrà inizio venerdì 31 marzo
alle ore 18.30
con “Storia di una pallottola”, un’esperienza sensoriale di 35 minuti: foto, video, documenti e interviste dal Centro chirurgico per vittime di guerra di Emergency a Kabul; a seguire l’ incontro con la Dott.ssa Manuela Valenti, responsabile della Pediatric Division di Emergency e Mario Spallino, fondatore della compagnia teatrale di Emergency.

Alle ore 21.00 con lo spettacolo teatrale “Stupidorisiko – Una geografia di guerra”: una critica ragionata e ironica della guerra e delle sue conseguenze. Testo di Patrizia Pasqui, con Mario Spallino, produzione Emergency Ong Onlus.

Sabato 1 aprile alle ore 21.00 gli Emergency Days si concluderanno con il concerto degli Encore – Dire Straits Tribute: tributo veronese ai Dire Straits e al loro chitarrista, cantante e compositore Mark Knopfler, nascono alla fine del 2014 e da subito si esibiscono in numerosi concerti e in importanti iniziative culturali locali.

Mostra nella sala antistante l’Auditorium della Gran Guardia, visitabile entrambi i giorni dalle ore 15.00 alle ore 21.00

L’Afghanistan, la guerra

La mostra L’Afghanistan, la guerra, realizzata in collaborazione con l’agenzia fotografica Contrasto, si compone di 24 immagini realizzate da Francesco Cocco, da sempre impegnato nella fotografia sociale. Le fotografie di Cocco ci mostrano l’orrore della guerra: attraverso i contrasti violenti del bianco e nero, negli orizzonti devastati, nei paesaggi abitati da sopravvissuti e nelle cicatrici delle sue vittime.

Una foto della mostra (foto Francesco Cocco)Una foto della mostra (foto Francesco Cocco)Una foto della mostra (foto Francesco Cocco)
In oltre 40 anni, in Afghanistan, la guerra ha causato un milione e mezzo di morti e quattro milioni di profughi. Altre vittime sono causate dai combattimenti incessanti e dalle mine antiuomo disseminate nel terreno. Denutrizione, scarso accesso ad acqua sicura, epidemie di tubercolosi e malaria non trovano risposte in un sistema sanitario allo stremo.
Tra burqa e kalashnikov, feriti e sale operatorie, Francesco Cocco ha raccontato la storia delle vittime: l’unica verità della guerra.

Emergency è in Afghanistan dal 1999. Ha costruito un Centro chirurgico e un Centro di maternità ad Anabah, nella valle del Panshir, un Centro chirurgico a Kabul, un ospedale a Lashkar-gah e una rete di 29 Posti di primo soccorso (FAP – First aid post) e Centri sanitari (PHC – Primary health clinic). Dal 2000 Emergency è impegnata in un programma di assistenza sanitaria ai detenuti delle maggiori carceri del Paese.

Per informazioni:

Gruppo Emergency Verona, cell. 349.6893334, email: verona@volontari.emergency.it